Programma

Demolizioni controllate. Casi studio: nave Concordia e viadotto Morandi

Il seminario proporrà l’analisi delle procedure di demolizione utilizzate per il relitto della nave Concordia e per le strutture che compongono il viadotto Morandi sul torrente Polcevera a Genova, attraverso il confronto tra gli attori incaricati. All’azienda Omini, specializzata nel settore delle lavorazioni dei metalli sono stati appaltati i lavori con procedure d’urgenza, che riguardano la demolizione, la rimozione e lo smaltimento dei materiali e inerti del viadotto Polcevera, insieme ad un raggruppamento di altre imprese come la Fagioli SpA, la Ipe Progetti (per la progettazione della demolizione) e lo Studio Associato Archito (con incarico di CSP e Responsabile sicurezza). L’azienda Omini si è inoltre occupata della demolizione del relitto Concordia al Porto di Genova, mentre la Fagioli SpA del rigalleggiamento del relitto all’isola del Giglio.

Intervengono:

Giorgia Barbano, amministratore Studio Associato Archito, CSP e responsabile sicurezza demolizione viadotto Morandi
Paolo Cremonini, vice president strategic development, Fagioli S.p.A.
Alberto Iacomussi, amministratore Ipe Progetti, progettista demolizione viadotto Morandi
Vittorio Omini, vicepresidente, F.lli Omini S.p.A.

Moderano:

Roberta Castellina, architetto
Piero Castello, architetto

Info tecniche:

Codice: 30993
Durata: 2 ore
Riconoscimento:
2 CFP riconoscibili per architetti e ingegneri
1 CFP riconoscibile per geometri
2 ore di aggiornamento CSP/CSE
La partecipazione all’incontro e il riconoscimento dei CFP sono gratuiti.
Architetti, ingegneri, geometri e altri professionisti interessati a ottenere l’attestato valido ai fini dell’aggiornamento CSP/CSE possono richiederlo all’Ordine Architetti di Torino dal 27 maggio al 10 giugno 2019 con versamento dei diritti di segreteria corrispondenti a € 15 (iva esente) per ogni singola attestazione (seminario). La richiesta va inoltrata a partire dalle ore 11.00 del 27 maggio 2019 compilando l’apposito modulo a questo link.
È richiesta la partecipazione completa al seminario (100%). Non è previsto il rilascio di crediti per partecipazione incompleta e per uscite anticipate.